ESPOSIZIONE CORRENTE:ARNO RAFAEL MINKKINEN, WITHIN, Dal 5 novembre 2021 al 7 gennaio 2022

laToletta SpazioEventi è, all’interno di un contenitore totalmente nuovo, originalissimo e inatteso – qual è materialmente il magazzino/deposito operativo di una libreria –, la continuazione dell’impegno culturale che ha sempre caratterizzato le attività della Libreria Toletta: prima, nei decenni che ne hanno visto l’evoluzione dall’usato ai libri d’occasione, come proposta editoriale, poi, a partire dal 2004 nello SpazioEventi della grande libreria di San Marco

Tutti a Venezia ricordano l’attività di SpazioEventi, iniziata nel 2004 con le presentazioni di libri che, negli anni, ha portato centinaia di autori a Venezia. Tra gli altri, in ordine rigorosamente sparso: Franco Cardini, Cornelia Funke, Amelie Nothomb, Sveva Casati Modignani, Vinicio Capossela, Roberto Saviano, Allan Bay, Giovanni Montanaro, Mara Maionchi, Alberto Asor Rosa, Morgan, Federica Manzon, Mauro Corona, Roberto Ferrucci, Beppe Severgnini, Arrigo Cipriani, Luciano Canfora, Marco De Ambrogio, Paolo Crepet, Aldo Cazzullo, Kiran Desai, Walter Veltroni, Federico Rampini, Margherita Hack, Gian Antonio Stella, Ottavia Piccolo, Tiziano Scarpa, Giorgio Faletti, Anita Desai, Valerio Massimo Manfredi, Piero Angela, Gianrico Carofiglio, Salman Rushdie, Andrea Molesini, Riccardo Iacona, Antonio Caprarica, Magdi Allam, Laura Boldrini, Marco Travaglio

Nei quasi 1.300 “eventi”, oltre alle presentazioni, serrati dibattiti pubblici (vi è nato il movimento 40xVenezia, sono intervenuti, tra gli altri, Massimo Cacciari, Luca Zaia, Renato Brunetta, Matteo Renzi), gruppi di lettura, corsi di scrittura, seminari, mostre, sempre coinvolgendo associazioni e privati cittadini che ne hanno arricchito, fino a caratterizzarla, la programmazione.

Il nuovo laToletta SpazioEventi, oltre a dare continuità a quell’impegno per il quale la nostra città non si limiti a essere vetrina temporanea dell’effimero ma sede di un dialogo continuo e proficuo, basato sul confronto e la partecipazione, di tutte quelle realtà culturali che tuttora, tenacemente, resistono all’impoverimento del tessuto sociale della città, rilancia con una grande, eccezionale novità: lo spazio espositivor

Con la direzione artistica di Michele Alassio esposizioni, esclusivamente dedicate alla fotografia e alla grafica – contemporanea e non – si succederanno in un fitto programma basato su una collaborazione internazionale con i migliori autori e sull’innovativo Venice Photo Prize che, di anno in anno, darà l’opportunità a un esordiente di comparire accanto ai più noti fotografi della scena mondiale

Orario delle esposizioni:
lunedì: chiuso
da martedì a sabato: 16.00-19.30
domenica: 11 - 14 e 14.30 18.30

Disposizioni Covid-19: ingresso con green pass, massimo 25 persone, distanziamento 1 metro